giovedì 20 novembre 2014

[INTERVISTA] Hikari Megami: tra sound novel e... blog!

Come ogni giovedì, non può mancare l'intervista agli artisti in giro per il web e questa volta parliamo di Hikari Megami. Il suo stile è fortemente ispirato a quello di Saaki Pyrop e lo si può notare anche dai cuoricini che inserisce negli occhi. Questa ragazza ha una pagina facebook e un blog personale: non dimenticate di passar anche da lei!

Per prima cosa presentati e dicci qualcosa di te, sia a chi ti conosce e chi non ha la più idea di chi tu sia!
Aww... sono Hikari Megami (questo è il nome con il quale sono conosciuta su Internet) ed ho 18 anni. Sono una grande appassionata di anime, manga e cultura Giapponese, per questo amo molto disegnare. Le altre mie passioni sono la scrittura e la grafica digitale... sono tanto emozionata adesso! *emozionat*


Una domanda cliché: come ti sei avvicinata al mondo della scrittura e del disegno?
In realtà non ricordo nemmeno io come mi ci sono avvicinata., ahah. Quando ero piccina ed andavo alle elementari disegnavo tantissimo, mi divertivo anche a realizzare dei fumetti. Una volta ad esempio mi misi a disegnare un fumetto per il seguito di Mulan II... ho sempre avuto questa passione. Per la scrittura anche... i miei genitori cercavano di strapparmi dai quaderni per farmi giocare invece che scrivere tutto il tempo, ma non potevo farne a meno. Alle medie scrissi anche una storia di circa trenta capitoli, che doveva far parte di una trilogia. Ovviamente l'ho abbandonata crescendo, però quella storia resterà per sempre nel mio cuore perché mi ha segnata profondamente. Tornando ai disegni, invece, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo dei manga quando iniziai le superiori. In quel periodo infatti i miei misero Internet in casa ed allora si spalancarono le porte del paradiso per me, ahah!

Il disegno e la scrittura sono due mondi così diversi: come mai ti piacciono molto entrambi?
In realtà il disegno e la scrittura per me sono fortemente collegati tra di loro. Si tratta in entrambi i casi di un modo per trasmettere emozioni, per raccontare qualcosa. Per questo motivo li amo allo stesso modo. Se dovessi un giorno diventare una scrittrice (cosa che spero con tutto il mio cuore!), mi piacerebbe pubblicare solo opere correlate da disegni. In ogni storia i disegni hanno un ruolo molto importante. Se prendo come esempio un manga, questo diventa molto chiaro: i disegni e i testi si sostengono a vicenda e il risultato è quello di una storia che può trasmettere tante emozioni e sentimenti, giocando anche sull'aspetto visivo.

Se vuoi unire il disegno con la scrittura, allora dovresti cimentarti sulle light novel! Sai cosa sono? Ne hai mai letta una? In ogni modo hai qualche storia in cantiere oppure hai qualcosa in corso al momento?
La mia idea di base era quella, ovvero fare una light novel. Ne ho letta qualcuna sulla rivista online Mangakugan, ed una volta feci anche richiesta per inserirne una mia. Mi fu detto che dovevo sistemare delle cose perché venisse accettata, ma alla fine decisi che non volevo pubblicarla su quella rivista perché volevo pubblicarla per conto mio. E sì, al momento sto già scrivendo qualcosa... si tratta di Heavenly Chronicles, che appunto mi piacerebbe diventasse un giorno una light novel. Nel frattempo una mia amica mi ha consigliato di trasformarla in una sound novel (per chi non lo sapesse, si tratta di un romanzo visivo, con disegni in stile anime) e sto lavorando a questo progetto con tanto impegno e passione!

Mangakugan può aiutarti a farti una certa pubblicità. Visto che se parliamo di parole, al giorno d'oggi non è raro che i ragazzi non vedano di buon occhio un libro, potrebbe aiutarti molto sotto diversi punti di vista. Comunque sia non ho mai avuto a che fare con dei sound novel: com'è strutturato di preciso questo romanzo visivo? Avresti qualche esempio da mostrare?
Un romanzo visivo è una storia interattiva, quindi può essere letta su un pc o anche su altri dispositivi (per queste questioni più tecniche purtroppo non sono una grande esperta, bisognerebbe chiedere alla mia amica, ahah) e somiglia molto ad un anime, soltanto che la grafica è statica. Un esempio molto famoso è quello di Umineko. Probabilmente la maggior parte delle persone conoscerà l'anime, però l'idea nasce appunto da una sound novel. Io la sto leggendo ed è davvero bellissima; più vado avanti e più mi innamoro di questo genere. Rispetto ad una light novel, la sound novel è ancora un passo avanti: si possono inserire musiche, scenari e tanto altro. Somiglia molto ad un video gioco in realtà, l'unica differenza è che non ci sono scelte da fare e si deve semplicemente seguire il corso della storia.

Ah, quindi è una sorta di visual novel? In ogni modo non è più impegnativa rispetto a una light novel? Ci sono anche le voci e le musiche da aggiungere... Hai letto molte sound novel? Se sì, quale sono quelle che preferisci?
Esattamente! Si tratta di una specie di visual novel, solo che non ci sono le scelte multiple. Per il resto è quasi uguale. Sicuramente è più impegnativa perché oltre a curare i testi, dovrò curare anche i disegni e poi gli effetti sonori e le musiche. Riguardo alle voci, non inserirò i doppiaggi dei testi per una questione di risorse. Ho giocato a molte visual novel, però al momento, come sound novel, ho letto soltanto Umineko, che non ho ancora finito. E mi piace tantissimo, anche perché è del grande Ryukishi-sensei, lo stesso autore di Higurashi no naku koro ni, uno dei miei anime preferiti in assoluto.

Senza fare spoiler, puoi dirci di cosa si tratta Heavenly Chronicles di cui parlavi qualche domanda fa?
Heavenly Chronicles è concepita come una saga fantasy dove i protagonisti sono angeli. La trama del primo capitolo di questa saga è incentrata sulla storia di Aria, una ragazzina di 16 anni che vive in una Venezia di un mondo diverso da quello che conosciamo, la cui tranquilla vita da liceale viene interrotta dall'improvvisa visita di Kael, un dolce Cherubino dalle sembianze di un ragazzino poco più dodicenne. Il ragazzo le annuncerà che in realtà lei è la reincarnazione di Celestia, la Regina dei Cieli, e cercherà in tutti i modi di rompere il sigillo ai suoi ricordi e al suo potere per farla ritornare nella sua vera forma. Nel frattempo però la guida dei cieli è affidata ad altri Serafini minacciati da Lucifer, che con il suo esercito vuole distruggere e conquistare il Paradiso per vendicarsi. Ci saranno poi molti misteri legati all'angelo custode di Aria, Deniel, e quelli di un altro angelo custode, la potente Holic, che invece nasconde qualcosa di ben più importante... ma non voglio fare nessuno spoiler! ☆


Cambiamo totalmente argomento: quando hai sentito l'esigenza di creare un blog?
Ho creato il mio primo blog a 14 anni, credo. In quel periodo su Internet erano molto più popolari piattaforme come forumcommunity e splinder invece che facebook. Guardavo ammirata i blog delle ragazze più grandi di me che erano, ovviamente, anche più esperte con grafica e codici. Mi innamorai subito di quel mondo. Scaricai Photoshop e mi misi a creare il mio primo blog. Parlavo principalmente della mia vita e delle mie giornate da liceale, pubblicando test o  tutto quello che mi passava per la mente. Amavo parlare di quello che mi piaceva, condividere con tutti le mie passioni... il mio blog era il mio mondo. Il mio modo di esprimere me stessa e la cosa, con il passare degli anni, non è affatto cambiata! Ancora oggi amo e curo il mio blog... a partire al più piccolo minipixel!

Rispetto a qualche anno fa, di cosa ti occupi sul blog? Cioè, racconti ancora di cosa fai durante la giornata o ti occupi di argomenti un po' più vasti?
Certo, una buona parte dei miei post trattano delle mie giornate, delle mie pazzie e delle mie passioni. Del resto il mio blog è come il mio diario... solo devo stare attenta a quello che pubblico perché può leggerlo chiunque...! Oltre a questo però ho iniziato a scrivere anche delle rubriche, con varie cadenze, recensendo o consigliando anime, oppure raccogliendo materiali kawaii, come nella rubrica Princess Lifestyle che ho inaugurato poco tempo fa, dove raccolgo consigli ed esperienze su come trasformare il mondo di ogni ragazza in quello di una principessa. 

Lasciando stare la grafica, dimmi un pregio e un difetto che potrebbero avere i blog...
Umh... dunque. Un buon pregio che può avere un blog è sicuramente il fatto che il suo creatore ha passione e crede in quello che fa. Avere un blog significa soprattutto questo, cioè dedicarsi ai post, rispondere ai commenti e prendersi cura del proprio spazietto virtuale con tutto l'amore possibile. Un difetto invece è quello di trascurare alcuni aspetti che invece vanno presi in considerazione, per esempio rispondere ai commenti dei lettori. Questo è una cosa importantissima che non va assolutamente trascurata, a mio parere. Io cerco di farlo sempre il prima possibile, anche se a volte confesso di far passare alcuni giorni prima di poter rispondere... awwwww...!

Quali consigli daresti a chi ha un blog che ha aperto da poco e vuole farsi conoscere al grande pubblico?
Un consiglio universale e che non può mai fallire è quello di conoscere altri blogger! Bisogna fare amicizie con altri blogger, magari che trattano argomenti simili al proprio nei loro siti. Così ci si fa pubblicità, ma al tempo stesso si viene in contatto con gente nuova. Questo è un primo passo, ma c'è bisogno anche di curare il proprio blog e fare in modo che chi lo scopra torni spesso a farvi visita! Un altro consiglio che posso dare è quello di essere sempre e comunque sé stessi. Un blog originale è molto più interessante rispetto a blog tutti uguali... e se si vuole catturare l'interesse del pubblico si deve cercare di distinguersi, secondo me.

Metti caso che un novellino apre un blog e, cercando sul web, non trova alcun blogger che tratta gli stessi argomenti, come può fare per conoscere persone interessate al proprio spazio personale?
Beh, in questo caso penso che di grande aiuto possano essere i social network. Io per esempio ho anche una pagina Facebook dell'Uranius Queen dedicata esclusivamente al mio blog. Ad ogni modo non è detto che conoscere blog che trattano argomenti diversi dal nostro implichi il fatto che ad un blogger non possa piacere il nostro blog. Per esempio, molte persone che mi seguono non hanno un blog che tratta del mio stesso argomento (anime e manga in questo caso) eppure gli autori hanno passione ed interesse in questo genere di cose (anche se hanno blog che trattano di libri o creazioni, per capirci). Però è sempre importante farsi pubblicità, scambiarsi commenti e creare reti di amicizie. O almeno questo è quello che ho sempre cercato di fare io, sin da quando ho aperto il mio primo blog.


Direi che è tutto. Ho esaurito completamente le mie domande a disposizione! Hai qualcosa in particolare da aggiungere prima di terminare l'intervista?
Volevo ringraziarti per avermi dato l'opportunità di far conoscere in giro qualcosa di me e di avermi dedicato questo spazio. Poi ci tenevo ad augurare tanta fortuna a tutti quelli che come me stanno inseguendo con fiducia e passione il proprio sogno... volevo dirvi di non arrendervi alle difficoltà e di non abbandonare mai quello che amate e quello in cui credete, perché solo se amate qualcosa con tutto il vostro cuore questa può realizzarsi veramente! 

2 commenti:

  1. Ma è un intervista stupenda!!!e poi Hicchan è proprio dolce oltre che bravissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!^_________^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Le ho fatto l'intervista perché mi piacevano i suoi disegni, poi in poco tempo mi sono resa conto che è anche molto simpatica! E' stato piacevole farle qualche domanda. :D

      Elimina